#themarchchallenge2020

#themarchchallenge2020

Finita una challenge ne parte subito un’altra,  #themarchchallenge2020: il tema che dovrete sviluppare è “La Primavera“, intesa non solo come stagione ma anche simbolicamente come rinnovamento, rinascita, fioritura.” Siete quindi pronte a “fiorire”?

Il tema è l’unico vincolo, oltre all’utilizzo di materiale reperibile sullo shop, come sempre! Nessuno schema, nessun progetto in particolare, spazio alla creatività in ogni sua forma e con ogni materiale con cui ci si senta maggiormente a proprio agio!

Avete tempo per pubblicare i vostri lavori fino alle 23.59 del 30 marzo nell‘album apposito creato sul gruppo fb (una foto unica, nitida, luminosa e su sfondo curato, evitate i collage!!!).

Martedi 31 ci sarà l’estrazione random tra tutte le partecipanti di un buono sconto del 10% sullo shop e contestualmente sarà nominata la nuova Guest Designer che, entro il 15 del mese, dovrà postare la sua ispirazione per la challenge del mese successivo. Il tema verrà indicato sempre in diretta ed avrà un articolo a lei dedicato sul blog del Murrillo!!!!

Postate poi su Instagram utilizzando l’hashtag #themarchchallenge2020 e taggando la Bottega del Murrillo e verrete ricondivisi nelle nostre storie!!!

PS. Partecipando, poi, a tutte le 12 challenge, avrete diritto a partecipare all’estrazione random della mega sorpresa messa in palio dal Murrillo!

Se avete partecipato alla challenge di gennaio, ma non avete fatto in tempo a partecipare a quella di febbraio, avete tempo fino a fine marzo per recuperare febbraio e restare comunque in corsa!! Non perdete questa occasione!!!!

Il nostro DT ha creato, per questa nuova challenge, delle bellissime ispirazioni che vi mostro in anteprima e che potrete ritrovare con maggiori dettagli nel nostro Gruppo FB.

12/03/2020 – Aspettando la nostra “rinascita“, aspettando di riabbracciarci forte tutti FISICAMENTE, vi dedico questa card e condivido questa poesia:

Era l’11 marzo del 2020, le strade erano vuote, i negozi chiusi, la gente non usciva più. Ma la primavera non sapeva nulla. Ed i fiori continuavano a sbocciare. Ed il sole a splendere. E tornavano le rondini. E il cielo si colorava di rosa e di blu. La mattina si impastava il pane e si infornavano i ciambelloni. Diventava buio sempre più tardi e la mattina le luci entravano presto dalle finestre socchiuse. Era l’11 marzo 2020 i ragazzi studiavano connessi a Gsuite. E nel pomeriggio immancabile l’appuntamento a tressette. Fu l’anno in cui si poteva uscire solo per fare la spesa. Dopo poco chiusero tutto. Anche gli uffici. L’esercito iniziava a presidiare le uscite e i confini. Perché non c’era più spazio per tutti negli ospedali. E la gente si ammalava. Ma la primavera non lo sapeva e le gemme continuavano ad uscire. Era l’11 marzo del 2020 tutti furono messi in quarantena obbligatoria. I nonni le famiglie e anche i giovani. Allora la paura diventò reale. E le giornate sembravano tutte uguali. Ma la primavera non lo sapeva e le rose tornarono a fiorire. Si riscoprì il piacere di mangiare tutti insieme. Di scrivere lasciando libera l’immaginazione. Di leggere volando con la fantasia. Ci fu chi imparò una nuova lingua. Chi si mise a studiare e chi riprese l’ultimo esame che mancava alla tesi. Chi capì di amare davvero separato dalla vita. Chi smise di scendere a patti con l’ignoranza. Chi chiuse l’ufficio e aprì un’osteria con solo otto coperti. Chi lasciò la fidanzata per urlare al mondo l’amore per il suo migliore amico. Ci fu chi diventò dottore per aiutare chiunque un domani ne avesse avuto bisogno. Fu l’anno in cui si capì l’importanza della salute e degli affetti veri. L’anno in cui il mondo sembrò fermarsi. E l’economia andare a picco. Ma la primavera non lo sapeva e i fiori lasciarono il posto ai frutti. E poi arrivò il giorno della liberazione. Eravamo alla tv e il primo ministro disse a reti unificate che l’emergenza era finita. E che il virus aveva perso. Che gli italiani tutti insieme avevano vinto. E allora uscimmo per strada. Con le lacrime agli occhi. Senza mascherine e guanti. Abbracciando il nostro vicino. Come fosse nostro fratello. E fu allora che arrivò l’estate. Perché la primavera non lo sapeva. Ed aveva continuato ad esserci. Nonostante tutto. Nonostante il virus. Nonostante la paura. Nonostante la morte. Perché la primavera non lo sapeva. Ed insegnò a tutti La forza della vita.” Rosy

La Primavera quando arriva arriva, e non necessariamente arriva il 21 Marzo, la nostra Primavera è sbocciata all’improvviso e ce la portiamo dentro! Angela

Il bucaneve, o stella del mattino, spunta dalla neve preannunciando una primavera imminente. Come piccoli tesori compaiono d’improvviso e se raccolti in un fascio diventano un mazzolino che sta a rappresentare il candore e la vita. In questo progetto ho utilizzato per il fondo della card e della busta lo stencil di Florileges Design “Plantilla” applicando un leggero strato di Texture Paste Matt Ranger per ricordare la neve. La fustella dei bucaneve invece è dell’ultima collezione de La Coppia Creativa. Elena M.

Adoro la primavera con le sue giornate tiepide, il cielo azzurro e terso, il cambio dell’ora, i pic-nic con gli amici. Amo la natura che piano piano si risveglia dal torpore invernale e amo il mio giardino che si colora di nuova vita! È per questo che se penso alla primavera penso alle finestre fiorite, ai vasi con le piantine aromatiche, alle scampagnate in bicicletta, alle chiavi lasciate di scorta vicino alla porta. La primavera è gioia, rinascita, colore, è trascorrere del buon tempo all’aria aperta ….
Ecco come è nata questa targhetta fuoriporta… pensando alla primavera vista dal mio adorato giardino.
Elena T.

Per me la Primavera inizia quando scorgo i primi bocciolini di margherite tra l’erba umida di rugiada e le prime timide gemme sui rami spogli degli alberi. Da quel momento, il mio giardino, diventa un’esplosione di fiori variopinti e in casa cerco di riprodurre le meraviglie che la natura ci regala, con carta e fustelle. E cosa c’è di meglio di una “Flowerpot card” per far entrare la Primavera nelle nostre case!? Per realizzarla ho utilizzato della carta kraft Papermania Docrafts da 280 gr, tagliata e sagomata a forma di vaso, che ho poi embossato con l’embossing folder di Sizzix 3-D textured impressions Woven 661261. Per le rose ho utilizzato la fustella Sizzix Bigz Flowers 3-D 656545, mentre per i rametti e le foglie la fustella Sizzix Bigz Branch with leaves 656212.  Ho decorato con gocce di Glossy Accent, timbri apine e coccinelle svolazzanti di La Coppia Creativa. Estraendo i fiori dal vaso, si svela la card dove è possibile scrivere i propri auguri (il cartoncino bianco incollato su cartoncino Kraft è stato fustellato con Rettangoli Smerlati di La Coppia Creativa). Spero che sia d’ispirazione per portare non solo un po’ di Primavera, ma anche un po’ di allegria e spensieratezza in questi giorni di preoccupazione. Francesca 

Per questa challenge ho provato a racchiudere la primavera in una scatola. È una vera e propria esplosione di rose. Ho immaginato la primavera e mi è subito venuto in mente questo fiore. Dovete sapere che mio nonno, che ora purtroppo non c’è più, appena arrivava la primavera portava sempre a casa una rosa per me e una per nonna dal suo roseto in campagna. E quindi questo è un omaggio a lui perché la mia primavera continua ad iniziare con una rosa ♥️ Giulia

Una card floreale che sa di primavera
I fiori della primavera sono i sogni dell’inverno raccontati, la mattina, al tavolo degli angeli.” (Khalil Gibran) Michela B.

Il mondo incantato mi ha accompagnato sin da piccola, quando scappavo dalla tristezza e dai brutti pensieri e mi rifugiavo tra fate e folletti…. Secondo me, quando sboccia la primavera, non sono solo i fiori a nascere, non solo gli animali a risvegliarsi dal letargo.. ma nel bosco più fitto ci sono anche loro.. creature magiche e meravigliose che vivono tra i funghi. Un giorno sono convinta che li incontrerò e sarà un bellissimo giorno. Ho realizzato questa card che dondola utilizzando le fustelle Cerchi de La Coppia Creativa e tutte le altre parti sono Lawn Fawn.. fustella Mushroom House, fustelle Birch Trees ed erba, set timbri Oh gnome e Fairy Friends. Michela F.

Iniziamo Marzo con il profumo dei primi fiori che sbocciano, con le prime giornate dal sole tiepidino e la voglia di passare un pomeriggio in più a zonzo, iniziamo lasciandoci dietro il torpore dell’inverno e lasciamo spazio alle prime note di primavera… Con questo pensiero ho realizzato queste due pagine di Project Life… Sognando.  Monica

“Hello Spring”! Odore di erbetta bagnata dalla rugiada, fiorellini di campo che sbocciano ovunque, tanto rosa nel cielo e sugli alberi, farfalline svolazzanti, i codini saltellanti di una bimbetta allegra in abiti più leggeri con il suo cagnolino… la primavera della mia vita, in campagna a passeggiare dopo pranzo, a bagnarmi le dita tra l’erba, a respirare con spensieratezza tutto il buono che c’è.  Patrizia

Rosy Murrillo

Rosy Murrillo

Sono Rosy, la "mamma" del Murrillo, creativa nella pratica quando posso, nell'animo sempre!

Lascia un commento