Koala SLIMLINE CARD

Koala SLIMLINE CARD

È con molta emozione e ancora un pizzico di incredulità che vado a descrivere questo mio primo progetto come DT del Murrillo, un progetto semplice, assolutamente ripetibile e davvero molto simpatico: una slimline card a tema famiglia.

Per realizzare questa slimline card ho utilizzato del cartoncino bianco da 216 gsm, un cartoncino nero per la mattatura, i dolcissimi timbri con fustelle You’re koalafied di Gerda Steiner, il set Cut mi del Mago di Oz “Sei capace di più” plate B per i fiorellini, il pad di carte Wild Prints di Papermania, le fustelle Puffy Cloud Borders della Lawn Fawn per realizzare nuvole, Stitched Hillside Borders per le colline e il Bordo Erba per l’erbetta, i Distress Oxide Salty Ocean e Tumbled Glass e il set Modascrap Stickers “Sentiments Typerwriter”.

Come prima cosa ho tagliato il cartoncino bianco a 8.5 x 3.5 pollici con la mia taglierina Fiskars, ricavando così il rettangolo base per la card. Ho utilizzato le fustelle del set Puffy Cloud Borders per ricavare una maschera con cui distressare le nuvole dello sfondo con gli Oxide, partendo dall’alto con il Salty Ocean e man mano a scendere con il Tumbled Glass. Poi ho bagnato le mie dita con dell’acqua ed ho schizzato il cartoncino tamponando con carta assorbente l’eccesso d’acqua. In questo modo ho creato l’effetto ossidato del colore sulle nuvole. Poi ho spalmato un po’ di Salty ocean sul piano Glass Mat di Tim Holtz e con un pennello a serbatoio ci ho messo un goccino d’acqua per intingere il pennello e schizzare, questa volta di azzurro, lo sfondo.

Ho poi scelto delle carte dal pad Wild prints, quelle che più potessero risaltare a contrasto con il cielo e che mettessero in risalto i piccoli koala, colorati con gli Spectrum Noir. Con le fustelle Lawn fawn ho creato le colline e l’erbetta che, una volta posizionate sul cartoncino di base e incollate con la Tacky glue, ho tagliato a misura eliminando l’eccesso con le forbici di Tim Holtz.

Ho quindi timbrato i koala che mi interessavano per rappresentare una famigliola coccolosa con l’immancabile cucciolo abbarbicato sulla mamma; il koala sull’albero l’ho timbrato due volte: ad uno ci ho aggiunto delle piccole ciglia per dare l’effetto della femminilità, all’altro ho allungato un po’ gli estremi del tronco dell’albero con il pennarello Memento così che nel posizionamento sulla card fossero entrambi ben visibili e non coincidenti. Da una terza timbrata ho ricavato un po’ di foglie di eucalipto per la merenda del koala più grandicello seduto,  anche queste ultime posizionate con un piccolo gioco di livelli per cui il ciuffetto in primo piano è spessorato rispetto agli altri. Io adoro utilizzare gli spessori perché danno profondità alla card e creano degli effetti assolutamente gradevoli all’occhio.

La colorazione l’ho effettuata con gli Spectrum Noir giocando con le tonalità chiare e scure per garantire un effetto corposo ai soggetti. Con la penna gel bianca ho fatto dei puntini negli occhietti di tutti i koala.

Ho giocato con i piani di livello grazie all’utilizzo del nastro spessorato biadesivo, per cui il papà koala pare stagliarsi sullo sfondo, mentre mamma koala è in primo piano grazie appunto allo spessore del nastro biadesivo.

Ho poi aggiunto i fiorellini della plate del Mago di Oz, a mio parere in stile grafico conforme a quello della Steiner. Ho mattato gli Stickers della Modascrap con lo stesso pad utilizzato per le colline, però scegliendo una texture diversa che pur rispettasse il verde e nero usato per le colline. Anche i sentiment sono spessorati: del resto è corretto mettere un po’ in rilievo il messaggio della card, no?

Infine con del cartoncino nero ho mattato la card, così da garantire una cornice che ne mettesse più in risalto il tutto. Qualche cuoricino in gomma crepla glitterata e goccine di Nuvo Crystal Drops Blushing Red (tonalità di rosso che si sposa benissimo con il colore delle carte che ho utilizzato) e la card è bella e finita.

Ultimo passaggio è quello di creare un cartoncino a misura da cordonare e piegare a metà su cui incollare la scenetta con la mattatura nera.

Ed ecco che la slimline card è ultimata!

Spero d’esser stata chiara, precisa ed esaustiva con la mia spiegazione, ma soprattutto spero di poter essere fonte di stimolo, incoraggiamento o ispirazione anche solo per una di voi.

Alla prossima! Patrizia

Patrizia Mongelli

Patrizia Mongelli

Non importa quanti timbri e fustelle hai... ti verrà chiesto sempre ciò che ti manca. Il mio vantaggio è saper disegnare!

Lascia un commento